taglio e cucito

 -
   

Chiacchierino




Il Chiacchierino è un merletto ad anelli legati l'uno all'altro, eseguito con una piccola spola, anche detto pizzo a navetta.
Le sue origini sono incerte e molto antiche. Si pensa che derivi dai nodi a navetta, con cui venivano confezionate le reti da pesca. La stessa spoletta (navetta) in origine, era molto più grande, per permettere di annodare il grosso filo delle reti.
Si ha notizia di pizzi fatti a frange già presso gli antichi egizi ( ne sono stati ritrovati nelle tombe) . Divenne particolarmente rinomato in epoca vittoriana, durante la quale le navette, fatte anche con materiali preziosi come l'avorio, facevano usualmente parte del corredo delle nobildonne .Finita l'epoca vittoriana, il chiacchierino fu quasi dimenticato, per poi tornare alla ribalta dal XX secolo.
Il pizzo a chiacchierino necessita di 2 navette, un filato ritorto per uncinetto e un uncinetto di piccole dimensioni per passare il filo nell’unione degli elementi del merletto.
La spoletta ha la forma di mandorla con due punte che combaciano alle estremità per trattenere il filo. Si possono usare tutte le qualità di filo desiderate, purché questo sia molto ritorto e non abbia scabrosità da impedire lo scorrere del medesimo nei nodi che formano l’anello. Si usa comunemente il cordonetto e l’uncinetto “ancora” nelle diverse grandezze che devono essere proporzionate alla qualità del tessuto cui è destinata la trina. Si usa anche il perlé e le sete da occhielli, nelle quali vi è larga scelta di tinte per qualsiasi uso. Si possono eseguire anche pizzi di due colori, usando il filo ausiliario diverso da quello della spoletta, così gli anelli avranno una tinta e gli archi e catene un’altra: più il filo è sottile, più bello sarà il pizzo.





         pagine rimanenti:   4

1     

Siti tematici:  idee moda     idee natale     quadri     idee arredo     idee taglio e cucito     giocattoli e bambole     idee matrimonio e bomboniere     creazioni di carta